2122032 Ind svolgimento delle Attività Motorie

INDICAZIONI PER LO SVOLGIMENTO DELLE ATTIVITA’ MOTORIE IN SICUREZZA NEL CORRENTE ANNO SCOLASTICO

Considerato il perdurare dello stato di emergenza, prorogato al 31 dicembre, riporto le principali misure di sicurezza indicate dal Comitato Tecnico Scientifico e ribadite dal Piano Scuola 2021-22. Innanzi tutto in zona bianca sono consentite sia le attività di squadra che individuali mentre nelle zone gialle ed arancioni è raccomandato lo svolgimento delle sole attività individuali.

Valgono in ogni caso le regole generali su: distanziamento, protezione e pulizia.

Le attività svolte all’aperto garantiscono le migliori condizioni di contenimento del contagio tuttavia le condizioni metereologiche ed i limiti derivanti dalla collocazione spaziale della scuola ne limitano la fattibilità

Le attività, sia all’aperto che in palestra, devono garantire la distanza interpersonale di almeno 2 metri; al chiuso inoltre il ricambio d’aria deve essere continuo.

Le attività si svolgono senza la mascherina che potrebbe impedire l’assunzione di una adeguata quantità di ossigeno: gli studenti devono comunque indossare la mascherina negli spostamenti verso e dalla palestra.

L’igienizzazione frequente delle mani e delle attrezzature è un potente strumento di protezione individuale, mentre la scuola garantisce la pulizia e la sanificazione dei locali al termine di ogni turno di attività.

Analogamente le società sportive che hanno ottenuto la palestra esterna in concessione dalla Circoscrizione e che la utilizzano in orario extra-scolastico, si sono formalmente impegnate a riconsegnare il locale pulito e sanificato.

I locali adibiti a spogliatoio possono essere utilizzati solo per lasciare zaini, giacche, oggetti personali e per effettuare il cambio delle scarpe che è obbligatorio per poter accedere alla palestra. Gli studenti quindi dovranno venire a scuola già adeguatamente vestiti per l’attività sportiva.

Ai docenti è affidata la vigilanza sugli studenti per il rispetto delle misure di sicurezza: tuttavia, essendo gli studenti in grado di comprendere le ragioni di queste regole e di decidere se favorirne il rispetto oppure violarle, ritengo sia da sottolineare la responsabilità personale di ognuno. Invito pertanto i docenti a segnalare alla scrivente e ai Consigli di Classe comportamenti “pericolosi” affinché possano essere presi provvedimenti a tutela dell’intera comunità scolastica.

Per tutte le classi quarte e quinte è stato previsto lo svolgimento delle ore di Educazione Motoria in moduli compatti di 4 unità orarie al pomeriggio ogni due settimane.

Altre classi svolgeranno la disciplina alternando lezioni pratiche in palestra a lezioni teoriche in aula. Tali scelte organizzative tengono conto che la disciplina è pratica e teorica e quindi l’aula è un locale adeguato ma anche degli obblighi di sanificazione che, in spazi grandi come le palestre, impegnano fortemente i collaboratori scolastici.

Ringrazio i docenti di Educazione Motoria dell’Istituto che, nonostante le difficoltà, hanno fatto una scelta di collaborazione con la scrivente mettendo al primo posto gli studenti ed il loro diritto alla frequenza. Spero che anche gli studenti e le loro famiglie colgano gli sforzi collettivi ed individuali che permettono la ripresa delle attività scolastiche in presenza.

Lo spero perché tale consapevolezza rafforza la collaborazione tra le diverse componenti del sistema scolastico.

 

La Vicepresidenza
Prof.ssa Genovese Cristiana


Circ 2021-22 032